Nuovo intervento per CCNL 19-21

Questa Segreteria è intervenuta nuovamente presso il Ministro dell’Università e della Ricerca Anna Maria Bernini affinchè solleciti la conclusione dell’iter di approvazione dell’ipotesi del contratto in oggetto relativo all’Area Istruzione e Ricerca sottoscritta ormai da oltre 2 mesi.

Inaccettabile il ritardo per un contratto scaduto dal lontano 2021, mentre siamo già a metà del terzo anno del triennio 2022- 2024 e non c’è manco l’ombra di un inizio di trattative, ovviamente, perchè il vizio è duro a morire.

Speriamo che il Ministro si faccia sentire!

La Segreteria Nazionale

Ancora in attesa dell’approvazione dell’ipotesi di CCNL Area Istruzione e Ricerca!

Sono trascorsi 2 mesi dalla sottoscrizione dell’ipotesi di contratto in oggetto per il 2019- 2021 e a tutt’oggi manca ancora la ratifica del testo da parte degli organi di controllo, necessaria per la sottoscrizione definitiva e per l’attuazione dello stesso.

E’ veramente inconcepibile e assurdo il ritardo di un contratto scaduto nel 2021.

Sollecitiamo ancora, sempre che valga qualcosa!

La Segreteria Nazionale

25 Aprile 2024: non dimenticare !

Memoria del sacrificio di quanti lottarono per la loro e la nostra libertà in un’Italia democratica!

Tra questi i militari della Divisione Acqui trucidati impunemente dai nazisti per essersi rifiutati di collaborare dopo l’armistizio per rispetto dell’onore e della divisa, ugualmente  quelli sopravvissuti ma inviati nei campi di concentramento e vessati oltre ogni limite umanamente sopportabile per gli stessi motivi.

Segnaliamo soprattutto alle giovani generazioni la testimonianza preziosa dell’internato acquino Salvatore Porelli nel libro ” Il lungo ritorno da Cefalonia ” edito dall’Istituto Bellunese per le ricerche sociali e culturali, reperibile nelle biblioteche nazionali, civiche e universitarie. 

Una bella testimonianza è stata data ai liceali dell’Istituto Flaminio di Vittorio Veneto dai figli dei militari Acquini nell’incontro organizzato dalla sezione tv-bl-pd-ve dell’Associazione a cura del prof. Massimo Giammona al termine di un percorso scolastico sul tema della memoria dell’ultima guerra.

Ecco l’omaggio alla targa che li ricorda a Belluno.

Viva il 25 Aprile! con l’augurio che diventi finalmente la festa di tutti gli Italiani, perchè chi morì e chi si sacrificò non debba ancora soffrire per le divisioni ideologiche del tempo presente.

Il Segretario Nazionale

Dr. Francesco Sorrentino

Buona Pasqua!

La Segreteria Dirstat  Università formula sinceri auguri di una Serena Pasqua 2024 a tutte le componenti della comunità universitaria con l’auspicio che operino con spirito aperto e ovviamente sereno affinchè ognuna possa sempre esprimere le proprie opinioni. L’Università è e resti luogo di dialogo e di pacifica discussione.

Auguri a tutti!

La Segreteria Nazionale

Firmata l’ipotesi CCNL 2019/21

E’ stata firmata il 13 c.m. da Aran e OO. SS. rappresentative l’ipotesi di CCNL 2019/21 dell’Area Istruzione e ricerca che comprende i dirigenti universitari.

Confermati i contenuti economici già da noi illustrati in precedenti news.

Alcune novità sul piano ordinamentale toccano la dirigenza scolastica.

Il lavoro agile è possibile su accordi individuali. Introdotta la figura del dirigente mentore che affiancherà i neo assunti per introdurli nelle dinamiche del comparto e del settore assegnato.

Diversificazione della valutazione dei dirigenti e limiti percentuali di personale dirigente che può aspirare al massimo.

Speriamo che l’iter approvativo sia rapido, visto il gravissimo ritardo accumulato per arrivare a un risultato del tutto scontato, visti i precedenti delle altre Aree.

Il testo dell’ipotesi può essere letto nell’apposita sezione dei contratti.

Il Segretario Nazionale

Prof. Dr. Francesco Sorrentino

Aggiornamento su CCNL 2019-21 Dirigenza Universitaria

Il nuovo incontro all’Aran per il contratto in oggetto ha toccato soprattutto i problemi della dirigenza scolastica, parte normativa e anche economica per l’accessorio.

Per la dirigenza universitaria è emerso solo da parte dell’Aran l’introduzione di un nuovo articolo dell’ipotesi contrattuale che prevede la possibilità, rinviata alla contrattazione integrativa, di introdurre istituti del welfare a carico del fondo per la retribuzione di posizione parte fissa e variabile delle diverse sezioni dell’Area.

I sindacati della dirigenza scolastica hanno chiesto un incontro apposito per i problemi specifici di quella dirigenza.

Prossimi incontri fissati per il 27 febbraio e il 7 marzo. Vi aggiorneremo sugli esiti.

La Segreteria Nazionale

Aggiornamento sulla trattativa all’Aran sul CCNL 2019/21 Area istruzione/ricerca

il 31 gennaio si è svolto il secondo incontro della trattativa in oggetto. L’Aran ha presentato una prima bozza dell’ipotesi di contratto che riguarda anche i 262 dirigenti di seconda fascia dell’Università.

Sono stati approfonditi dai Sindacati ammessi i primi 3 titoli dell’articolato: Disposizioni Generali, Relazioni Sindacali, Disposizioni comuni su istituti normativi ed economici.

Non sono emerse modifiche di rilievo rispetto al contratto in essere, tranne per l’introduzione anche per i dirigenti del lavoro agile  e della nuova figura del dirigente mentor con 15 anni di anzianità nella qualifica che affiancherà il neo dirigente per i primi 2 anni.

L’Aran ha illustrato la parte economica che per la dirigenza universitaria comporta i seguenti incrementi  mensili lordi per 13 mensilità sul tabellare e sulla retribuzione di posizione di parte fissa:

dal 1/1/2019 + € 97 rideterminati 

dal 1/1/2020 in € 130 + € 21 rideterminati 

dal 1/1/2021 in € 135 + € 60

per un totale di + € 195 dall’1/1/2021 sul trattamento mensile lordo.

Nel Fondo della retribuzione di posizione e di risultato della dirigenza di seconda fascia confluiranno risorse pari a € 85 mensili lordi pro capite da risorse contrattuali e dalla rivalutazione dello 0,22% del monte salari, prevista da norme generali.

La trattativa riprenderà il 15 febbraio alle ore 11.

Il Segretario Nazionale

Prof. Dr. Francesco Sorrentino

Firmato CCNL Comparto 2019/21

Finalmente il 18 c.m. è stato sottoscritto da Aran e Sindacati il CCNL 2019-2021 del Comparto Istruzione e Ricerca nel quale rientra il personale universitario.

Al di là degli incrementi economici già noti e avvenuti per decisione del Ministro Valditara per il prolungarsi della trattativa sulla parte normativa, il contratto modifica l’assetto professionale del personale degli Atenei con l’introduzione delle Aree, 4,Operatori ex B, Collaboratori ex C, Funzionari ex D, Elevate professionalità ex EP.

Gli incrementi economici all’interno della stessa Area sono chiamati differenziali stipendiali.

Previste posizioni organizzative e professionali conferibili ai dipendenti dell’Area dei Funzionari, previo avviso interno con indennità da € 1.033 a € 7.000, elevabili in contrattazione fino a € 12.000 per 13 mensilità.

Incarichi attribuibili al personale dell’Area Elevate Professionalità, con retribuzione di posizione da € 3.099 a € 18.000 comprensivo di  13° mensilità. Previsto un 15% del relativo Fondo per la retribuzione di risultato.

Le Amministrazioni provvederanno ai nuovi inquadramenti e tra non molto, si spera, partirà la trattativa per il contratto 2022- 2024 ormai in grave ritardo, come sempre.

La Segreteria Nazionale

Sollecito al Ministro Zangrillo

Questa Segreteria, visto il silenzio della Ministra Bernini e lo stallo evidente ,ha chiesto l’intervento del Ministro della Funzione Pubblica, Paolo Zangrillo, per lo sblocco dell’iter previsto per il CCNL Area Istruzione e Ricerca 2019 – 2021 stigmatizzando il ritardo ormai pluriannuale nella definizione delle regole che definiscono il rapporto di lavoro dei dirigenti universitari.

Attendiamo fiduciosi il riscontro concreto del Ministro con il superamento dei motivi, sperando ce ne siano stati, dell’ingiustificabile ritardo, nel momento in cui si parla del prossimo avvio delle trattative per i CCNL del triennio 2022 – 2024.

Il Segretario Nazionale

Francesco Sorrentino