Any trouble displaying the page? Stampa  
ID AXON106
Author(s)Alessia Dimartino
Date25-10-2017
TitleDedica dei Siracusani a Zeus Hellanios
Abstract

Un’iscrizione incisa sulla base di una statua offerta dal damos dei Siracusani a Zeus Hellanios è stata rinvenuta in circostanze sconosciute presso il quartiere di Ortigia. Come si evince dall’epigrafe, la statua doveva raffigurare Gelone, figlio di Ierone II, nelle vesti di basileus, sebbene la basileia di Gelone fosse nominale più che effettiva – e mai divenne tale poiché egli morì prima del padre -, una designazione da parte di Ierone del successore che rispondeva innanzi tutto all’esigenza, propria dei sovrani ellenistici, di creare una dinastia regnante e di assicurare una successione.
 Riguardo alla cronologia del documento, rimane valida e indicativa, la data del dono di Ierone e Gelone ai Rodii: nel 227 a.C. sembra infatti che Gelone fosse già al fianco del padre, cronologia confermata anche dall’analisi paleografica. 
 La menzione del damos nell’iscrizione siracusana e la sua personificazione nel noto gruppo scultoreo donato da Gelone ai Rodii che raffigura il damos Siracusano che incorona quello Rodio confermano il ruolo attivo avuto dal popolo siracusano durante tutto il regno di Ierone II, segno dunque che non si trattava semplicemente di un governo che simulava un orientamento democratico a fini di propaganda, ma piuttosto di una politica equilibrata in cui, accanto al sovrano, la boule e il damos avevano ancora un ruolo importante che si sarebbe definitivamente perduto di lì a poco con la tirannide di Ieronimo.
In questo senso, la dedica dei Siracusani a Gelone si pone in linea con le tradizioni del regno ieroniano e assume la funzione di esprimere, mediante il ringraziamento ai sovrani per la loro politica moderata, la dignità e il ruolo politico attivo del damos.

To see the commentary
follow the link

Edizioni Ca' Foscari

Object typeBase; limestone. Fragmentary, la base è danneggiata nella parte inferiore a causa di un possibile riutilizzo della pietra. Base di statua di cui rimangono visibili sulla superficie superiore i fori per l’inserimento dei piedi.
ChronologyAnte 3rd century (2nd half) - 215/4 BC.
Type of inscriptionHonorary dedication.
Findspot and circumstances
Italy, Sicilia Ins., Syracusae (Syracuse), rinvenuta a Ortigia.
Preservation placeItaly, Syracuse, Museo Archeologico Regionale "P. Orsi", nr. inv. 16109.
Script
  • Structure: prose.
  • Execution technique: engraved.
  • Special letters: epsilonepsilon con trattino mediano ancora breve; omicronomicron di grandi dimensioni; omegaomega.
  • Paleography: Lo stile scrittorio è raffinato, con lettere realizzate con sottili incisioni a punto affondato alle estremità dei tratti. Si nota una compresenza di caratteri conservativi (epsilon e omega) accanto a lettere evolute (alpha e omicron).
  • Arrangement: left-to-right.
  • Language: >es. δᾶμος = δῆμος.
Lemma

Vidi.

Legrand 1896, 400; Syll.³ I nr. 427; Michel, Recueil 1241; Manganaro 1963, 24; Sgarlata 1993, nr. 1; Dimartino 2006, 705, nr. 1.4.

Text 

ὁ δᾶμος τῶν Συρακοσίων

βασιλέα Γέλωνα βασιλέος ‘Ιέρωνος

Διὶ Ἑλλανίωι

Translation
Il damos dei Siracusani (ha dedicato una statua del) re Gelone, figlio del re Ierone, a Zeus Hellanios.
Bibliography

IG XIV = Kaibel, G. (a cura di) (1890). Inscriptiones Graecae, XIV. Inscriptiones Siciliae et Italiae, additis Galliae, Hispaniae, Britanniae, Germaniae inscriptionibus. Berlin.

IG XIV = Kaibel, G. (a cura di) (1890). Inscriptiones Graecae, XIV. Inscriptiones Siciliae et Italiae, additis Galliae, Hispaniae, Britanniae, Germaniae inscriptionibus. Berlin.

Michel, Recueil = Michel, C. (éd.) (1897-1900). Recueil d'inscriptions grecques. Brussels (https://archive.org/search.php?query=michel%20recueil%20d%27inscriptions%20grecques).

Michel, Recueil = Michel, C. (éd.) (1897-1900). Recueil d'inscriptions grecques. Brussels (https://archive.org/search.php?query=michel%20recueil%20d%27inscriptions%20grecques).

Syll.³ I = Dittenberger, W. (ed.) (1915-1924). Sylloge Inscriptionum Graecarum, Bd. I, 3. Ausg. Leipzig.

Syll.³ I = Dittenberger, W. (ed.) (1915-1924). Sylloge Inscriptionum Graecarum, Bd. I, 3. Ausg. Leipzig.

Caccamo Caltabiano, M.; Carroccio, B.; Oteri, E. (a cura di) (1997). Siracusa ellenistica: le monete “regali” di Ierone II, della sua famiglia e dei Siracusani. Messina.

Caccamo Caltabiano, M.; Carroccio, B.; Oteri, E. (a cura di) (1997). Siracusa ellenistica: le monete “regali” di Ierone II, della sua famiglia e dei Siracusani. Messina.

Deiniger, J. (1983). «Gelon und die Karthager 216 v. Chr. (Liv. 23, 30, 10-12)». Lefévre, F.; Olshausen, E. (a cura di), Livius. Werk und Rezeption. Festschrift für Erich Burck zum 80. Geburstag. München, 125-132.

Deiniger, J. (1983). «Gelon und die Karthager 216 v. Chr. (Liv. 23, 30, 10-12)». Lefévre, F.; Olshausen, E. (a cura di), Livius. Werk und Rezeption. Festschrift für Erich Burck zum 80. Geburstag. München, 125-132.

De Sensi Sestito, G. (a cura di) (1977). Gerone II. Un monarca ellenistico in Sicilia. Palermo.

De Sensi Sestito, G. (a cura di) (1977). Gerone II. Un monarca ellenistico in Sicilia. Palermo.

Dimartino, A. (2006). «Per una revisione dei documenti epigrafici siracusani pertinenti al regno di Ierone II». Michelini, C. (a cura di), Guerra e pace in Sicilia e nel Mediterraneo antico (VIII-III sec. a.C.): arti, prassi e teoria della pace e della guerra. Quinte Giornate Internazionali di Studi sull’area elima e la Sicilia occidentale, Erice 12-15 ottobre 2003. Pisa, 703-17.

Dimartino, A. (2006). «Per una revisione dei documenti epigrafici siracusani pertinenti al regno di Ierone II». Michelini, C. (a cura di), Guerra e pace in Sicilia e nel Mediterraneo antico (VIII-III sec. a.C.): arti, prassi e teoria della pace e della guerra. Quinte Giornate Internazionali di Studi sull’area elima e la Sicilia occidentale, Erice 12-15 ottobre 2003. Pisa, 703-17.

Goldsberry, M.A. (a cura di) (1973). Sicily and its Cities in Hellenistic and Roman Times. London.

Goldsberry, M.A. (a cura di) (1973). Sicily and its Cities in Hellenistic and Roman Times. London.

Legrand, M.Ph.E. (1896). «Nouvelles et correspondances». BCH, 20, 379-400.

Legrand, M.Ph.E. (1896). «Nouvelles et correspondances». BCH, 20, 379-400.

Libertini, G. (a cura di) (1929). Il Regio Museo Archeologico di Siracusa. Roma.

Libertini, G. (a cura di) (1929). Il Regio Museo Archeologico di Siracusa. Roma.

Manganaro, G. (1963). «Tauromenitana». ArchClass, 15, 13-31.

Manganaro, G. (1963). «Tauromenitana». ArchClass, 15, 13-31.

Sgarlata, M. (a cura di) (1993). La raccolta epigrafica e l’epistolario archeologico di Cesare Gaetani conte della Torre. Palermo.

Sgarlata, M. (a cura di) (1993). La raccolta epigrafica e l’epistolario archeologico di Cesare Gaetani conte della Torre. Palermo.

Zahrnt, M. (2000). «Die Gesellschaft des hellenistischen Syrakus nach dem Ende der Monarchie». Mooren, L. (a cura di), Politics, Administration and Society in the Hellenistic and Roman World. Proceedings of international Colloquium, Bertinoro 19-24 July 1997. Leuven, 489-514.

Zahrnt, M. (2000). «Die Gesellschaft des hellenistischen Syrakus nach dem Ende der Monarchie». Mooren, L. (a cura di), Politics, Administration and Society in the Hellenistic and Roman World. Proceedings of international Colloquium, Bertinoro 19-24 July 1997. Leuven, 489-514.
Figures
Apografo a cura dell'A.
x

Some browsers (in particular Chrome and very recent versions of Firefox) do not correctly display some Greek letters (mostly archaic). The letters that may present this problem are shown in the table below. You can immediately check if your browser displays the characters correctly:

if you see an icon instead of a letter on the second line we suggest the following options:

  • you can use a browser that does not present the problem (e.g. IExplorer 11 or later for Windows; Safari for Mac);
  • you can install David Perry’s Cardo font on your computer by following these steps:
    • download the Cardo font from here;
    • install it on your computer;
    • check the box below.